Come scegliere il miglior biberon

Lo immaginiamo. Scegliere il miglior biberon per il tuo bambino sembra facile. Ma in realtà non lo è. Soprattutto perché è importante sapere per quale età può essere utilizzato e quali sono le caratteristiche che bisogna valutare.

In ogni caso, però, per semplificare tutto, abbiamo deciso di dividere questo approfondimento in tre macro-aree: i biberon per chi fa l’allattamento misto, da 6 a 18 mesi e per i bambini che hanno più di 3 anni. Partiamo dall’inizio:

Allattamento misto

Il primo obiettivo, per chi deve comprare i biberon in questa fase, è di non far sentire la differenza al bambino. Quindi, la tettarella deve essere molto simile al capezzolo, in modo da far subito ambientare il neonato in questo step di avanzamento.

Non può mancare, inoltre, una valvola che eviti la nascita di eventuali coliche. E, se vuoi ‘accelerare’ il processo di sviluppo, puoi optare per un biberon che obblighi il bambino a metterci un po’ più di forza per succhiare il latte. In questo modo, infatti, i muscoli della bocca potrebbero crescere di più e meglio. Senza abituarsi, quindi, ad avere il latte con troppa facilità.

E la grandezza? Questa è una fase di passaggio, quindi si consiglia di prendere sì un biberon grande, ma senza esagerare. Poppate più forti ma senza andare troppo avanti.

I bambini dai 6 ai 18 mesi

In questa età i bambini passano in via ufficiale dal seno materno al biberon. Può essere un piccolo trauma per il bambino. Vuoi evitarlo? La tettarella deve avere le sembianze simili a quelle del capezzolo. Ovviamente, dovrà far fuoriuscire molto più latte.

Così come per il biberon della versione precedente, deve esserci una valvola anti coliche e un anti riflusso, per non generare alcun tipo di problema. Occhio anche al materiale: deve essere più resistente, anche perché non dimenticare che in questa età potrebbero nascere i primi dentini.

Se, poi, il biberon è anche un po’ ergonomico per il bambino, in modo che possa tenerlo con facilità, allora è davvero il top.

Oltre i 3 anni

Partiamo come abbiamo concluso il paragrafo precedente, cioè con l’impugnatura. Dovrà aiutare il bambino a tenere il biberon stesso ben saldo. Soprattutto all’inizio, potrebbe cadere di mano e, quindi, una base larga può ovviare a eventuali cadute. In questo caso, infine, le poppate dovranno essere molto abbondanti, quindi l’apertura dovrà essere ideata e realizzata in tal senso.

 

Leave a Reply