Errore sul database di WordPress: [Table 'laprimai_wp212.tds_plans' doesn't exist]
SELECT * FROM tds_plans

vestire i bambini in primavera alcuni consigli - La prima infanzia
AbbigliamentoVestire i bambini piccoli in primavera: alcuni consigli

Vestire i bambini piccoli in primavera: alcuni consigli

Capita di frequente, soprattutto nei periodi di cambio di stagione, dove possono verificarsi ritorni di freddo con piogge frequenti, voler proteggere dai raffreddamenti i nostri bambini. La primavera, è il periodo dell’anno che percorre mesi molto freddi come marzo e periodi più miti, quasi estivi, assolati e con notti tiepide. E’ opportuno però non esagerare nel vestire e tenere presente che i bambini anche molto piccoli, possono regolare la loro temperatura corporea. Vestirli in modo da lasciargli l’opportunità di sentirsi leggeri e freschi, li protegge da raffreddori dovuti alla sudorazione provocata dall’eccessivo abbigliamento.

Come vestire i bambini in primavera

La stagione presenta tante bellezze, la rinascita dei giardini fioriti, le giornate più lunghe, l’arrivo degli anatroccoli nei grandi fiumi di città. E’ anche la stagione degli sbalzi di temperatura e delle piogge intense ed è difficile scegliere come vestire i bambini in questo periodo dal meteo imprevedibile.

ll consiglio che gli operatori pediatrici indicano per evitare raffreddori o sudorazioni nocive è di vestire i bambini a strati. I consigli sono di sfilare dal corpicino il vestito in eccesso se uscite per una passeggiata al sole e coprirlo al momento di rientrare in casa, ambiente che in certe ore è più fresco dell’esterno.

Quali tessuti scegliere per i bebè

I vestiti sintetici sono sconsigliati perchè inibiscono la traspirazione corporea, meccanismo fisiologico con cui i bambini regolano la temperatura corporea.

La scelta migliore quando cerchi un abitino è il cotone, oppure il lino per la primavera inoltrata e più calda. Un trucco per non far prendere freddo al piccolo è evitare i body e preferire biancheria con mutandine e canottierine divise, potresti infatti trovarti a cambiare il piccino fuori casa, in un posto all’aperto, magari proprio al giardino pubblico. Un altro consiglio è evitare il cappellino per i bambini piccoli in primavera. La maggiorparte della dispersione di calore infatti avviene dalla testa e i bambini provano fastidio se al sole lo devono indossare.

Per capire se un bambino piagnucola perchè ha caldo, puoi monitorare il calore della sua pelle sentendola dietro al collo o sotto la camicina, le manine infatti sono sempre più fresche rispetto alla temperatura che loro percepiscono.

Iscriviti al sito

Exclusive content

Latest article

More article